condividere

Gli occhi dell’Anima

 

Due uomini, entrambi gravemente malati, condividevano la stessa stanza d’ospedale. Uno dei due doveva sedersi sul letto un’ora al giorno durante il pomeriggio per espellere delle secrezioni polmonari. Il suo letto si trovava accanto all’unica finestra nella stanza. L’altro uomo, invece, era costretto a trascorrere tutto il suo tempo supino.

I due, col passare del tempo, si ritrovavano a parlare per ore. Parlavano delle loro mogli, delle loro famiglie, delle loro case, del loro lavoro, della loro esperienza al servizio militare e dei luoghi dov’erano stati in vacanza. Ogni pomeriggio, quando l’uomo nel letto vicino alla finestra si poteva sedere, passava il tempo a descrivere al suo compagno di stanza tutto ciò che vedeva fuori dalla finestra.

Continua a leggere


Meditazione e tecniche di rilassamento

 

Cos’è la meditazione? Osho l’ha definita “un tornare a casa, un semplice riposarsi un po’ all’interno del proprio essere, un arrivare a se stessi direttamente, immediatamente”; Jeremy Taylor ne parla come “la lingua dell’anima e il linguaggio dello spirito”; io amo definirla come l’arte di calmare la mente e acquisire il giusto grado di distacco dalle cose.

La parola “meditazione” deriva dal latino “meditari”, forma passiva del verbo che letteralmente significa “essere mosso verso il centro”. Per meditare, non devi ricorrere a pratiche complesse o strane, è sufficiente, ad esempio, abituarsi a stare in silenzio e ascoltare i suoni della natura: lo sciabordio del mare, il canto degli uccelli, lo stormire degli alberi… Devi diventare più consapevole di tutto ciò che ti circonda: oggetti, suoni, rumori, odori.

Continua a leggere

Non incasinarti - Roberto Re

 

Non incasinarti! – dal libro di Roberto Re

 

1.Diventa sempre più consapevole del tuo dialogo interno

 

Buona parte della nostra realtà si crea all’interno della nostra testa. Perciò un compito importante per i prossimi giorni è diventare sempre più consapevole di come questo accade, in particolare ponendo più attenzione al tuo dialogo interno, a come le tue parole ti condizionano costantemente e quali sono le conseguenze della tua comunicazione con te stesso. Cosa ti dici quando stai bene e ti senti ok? E quando ti senti giù? Poni attenzione alle trappole del linguaggio rappresentate dalle generalizzazioni, dall’usare le parole sbagliate e impara a farti domande potenzianti, che ti aiutino a focalizzarti sulle soluzioni e sulle possibilità.

 

2. Credi in te stesso

 

Nota anche quando parte nella tua testa il disco delle credenze limitanti riguardo a te stesso. Lavora per sostituirle con credenze che ti aiutino a sviluppare fiducia, autostima e coscienza delle tue possibilità. Usa la mente come un acceleratore e non come un freno e ricorda che le tue credenze hanno un ruolo fondamentale in questo. Quali convinzioni nuove e potenzianti dovresti sviluppare per raggiungere i risultati che desideri e meriti?

Continua a leggere

Ciò che dai ricevi- The secret

 

I pensieri e le emozioni: ciò che dai ricevi (tratto dal dal libro The secret di Rhonda Byrne)

 

Nella vita, ciò che dai deve ritornarti indietro. Questo dicono la fisica e la matematica dell’Universo. Trasmetti positività e riceverai positività; trasmetti negatività e riceverai negatività. Dai positività e riceverai una vita piena di cose positive; dai negatività e riceverai una vita piena di cose negative. E in che modo puoi dare positività o negatività? Attraverso i pensieri e le emozioni!

Continua a leggere