"Come diventare bravo a scuola", Bianca Rifici

Cos’è il bullismo?

 

Il bullismo è un comportamento aggressivo che si protrae nel tempo e che, solitamente, prende di mira chi non è in grado di difendersi. Può comprendere attacchi diretti come violenza fisica (calci, pugni, spintoni…), violenza verbale (uso di nomignoli, battute di scherno, ingiurie, insulti…) e attacchi indiretti (isolamento dal gruppo, pettegolezzi, calunnie…).

Quando invece le azioni di bullismo si verificano attraverso internet (social, posta elettronica, chat, blog, forum) o tramite cellulare (invio di foto o SMS imbarazzanti) si parla di cyberbullismo. Bastano pochi clic per rovinare la reputazione di un ragazzo o per rovinargli la vita: uno studio condotto in Gran Bretagna ha dimostrato che oltre il 40% dei suicidi giovanili riportati dai media ha come causa il bullismo.

Continua a leggere

La tecnica del ricalco: tratto da "Come diventare un insegnante coach"

Ricalco: sai cos’è?

 

La storiella del Cocomero proposta da Nick Owen, guru della PNL, nel suo libro Le parole portano lontano, ci permette di capire meglio cosa si intende per ricalco. Leggiamola insieme.

 

Il Cocomero

Molti anni fa nelle colline della Patagonia c’era un villaggio. I suoi abitanti stavano morendo di fame. Vivevano nel terrore di un dragone che era stato visto nei loro campi e non volevano andare a mietere i raccolti.

Un giorno un viaggiatore venne al villaggio e chiese del cibo. Essi spiegarono che non ce n’era perché avevano paura del dragone. Il viaggiatore fu coraggioso e si offrì di ucciderlo. Quando arrivò ai campi, non vide il dragone di cui gli avevano parlato, ma solo un grande cocomero. Così ritornò al villaggio e disse: “Non avete nulla da temere, non c’è nessun dragone, solo un grande cocomero”. Gli abitanti del villaggio si arrabbiarono al suo rifiuto di comprendere il loro terrore e fecero a pezzi il viaggiatore.

Continua a leggere