,

Accetta il momento presente e lascia che l’Universo ti guidi


Non resistere a ciò che ti accade, accetta il momento presente

Ti è mai capitato di nutrire aspettative che vengono poi disattese o di vivere avvenimenti quotidiani e esperienze di vita che ti deludono, ti fanno soffrire perché non in linea con i tuoi desideri?

Sicuramente sì, è successo a tutti e tutti abbiamo avuto l’occasione di constatare come la nostra resistenza, il nostro lottare ostinatamente contro la situazione non gradita, non ha fatto altro che peggiorarla trascinandoci talora nello sconforto e nella disperazione.

Ma perché abbiamo la tendenza a “resistere” a ciò che ci accade anziché accettarlo? Ovviamente perché siamo convinti che una certa situazione non va bene per noi, è negativa e quindi va rifiutata, osteggiata al fine di ricondurre  tutto ad un livello di normalità e ritornare nella nostra consueta zona di comfort.

Succede dunque che il nostro giudizio ci inganna, la nostra innata tendenza ad etichettare ogni cosa come positiva o negativa ci fuorvia, la  mancanza di lungimiranza e di  conoscenza dei meccanismi della vita e dell’Universo ci impedisce di capire che gli sviluppi di una situazione da noi  giudicata negativa potrebbero sorprenderci positivamente.

Ma cosa vuol dire  “accettare”? L’accettazione è l’opposto della resistenza, se accetto non ho bisogno di oppormi, di lottare, di rifiutare.

Cosa significa “accettare”

Accettare significa  permettere alla vita di fluire liberamente senza opporre inutili ostacoli al suo corso, significa non etichettare, non esprimere giudizio negativo nei confronti del momento presente, per quanto doloroso e insopportabile possa sembrarci.

Dunque vigiliamo ogniqualvolta i pensieri ci guidano verso il giudizio, blocchiamo questo inutile dispendio di energia, accettando il momento presente così com’è, certi che nell’avversità si annida sempre il seme del vantaggio, certi che comunque vada sarà per il nostro bene, per la nostra crescita e maturazione interiore.

Accettare significa, infatti, concedere all’Universo il permesso di guidarci, di esser nostro maestro, nostra guida, nostro guru, permettergli di operare per noi, di realizzare i nostri desideri utilizzando però non le modalità confacenti alla nostra imperfetta e limitata visione di vita, ma i mezzi da lui scelti, per quanto questi possano apparirci pesanti.

Ricordiamoci che quei pochi privilegiati che hanno raggiunto l’illuminazione sono passati attraverso esperienze dolorose, sperimentando il buio dell’anima, rammentiamo sempre che l’evoluzione dell’essere molto spesso si manifesta attraverso prove difficili.

accetta il momento presente

Sì, è proprio vero che a volte bisogna perdersi per ritrovarsi e per iniziare a scorgere i primi barlumi della nostra vera essenza.

Concediamo dunque all’Universo, come dice Napoleon Hill, “di intessere le fibre degli insuccessi, degli errori e delle pene della nostra vita per farne una splendida veste che alla fine ammanterà di successo la nostra esistenza”.

Non dimentichiamo mai che la nostra sfortuna potrebbe trasformarsi in fortuna, l’insuccesso in successo, il fallimento in forza e benedizione.

accetta il momento presente

Non dimentichiamo che qualunque cosa ci accade non avviene mai per caso, tutto ha un senso: ogni persona che incontriamo e che entra a far parte della nostra vita, ogni esperienza vissuta, tutto, dico tutto, ci insegna qualcosa, racchiude utili indicazioni su ciò che nella nostra esistenza va cambiato, modificato, rivisto, corretto.

Può darsi che sia necessario abbandonare vecchi  e obsoleti schemi di pensiero che ci ingabbiano e che puntualmente attirano a noi proprio quelle esperienze di vita che vorremmo evitare e che azzerano la nostra energia facendoci stare male o può darsi che sia d’uopo lavorare su qualche debolezza, su un lato oscuro della nostra personalità, su convinzioni autolimitanti…

Teniamo presente che il nostro mondo interiore genera puntualmente la nostra realtà e l’Universo da abile regista, la sfrutta e la manovra perché possa tradursi in esperienze di vita finalizzate a migliorarci, a guidarci in direzione della nostra vera essenza, in direzione di  un recupero totale della nostra energia.

Certo, abbandonare il giudizio, accettare il momento presente così com’è, affidarsi all’Universo, sono cose più facili a dirsi che a farsi. Avrai capito che occorre  lavorare molto su di sé, iniziare un percorso di crescita, iniziare un viaggio all’interno di se stessi, allora perché aspetti?

Perché aspetti?

Aspetti che la vita ti faccia un miracolo?
Se non ti alzi e diventi il tuo Dio … non puoi sperare che qualcosa cambi
Se non cominci, niente si compirà
Se non bussi, nessuna porta si aprirà
Se non percorri la tua strada nessuna mappa ti porterà da nessuna parte .
I miracoli accadono solo quando fai il primo passo verso la tua realizzazione… verso un tuo sogno.
Nessuno ti porterà un pacco regalo, nessuno ti renderà felice… se non tu stesso,
perciò alzati… mettiti in viaggio il viaggio della tua felicità…
Naviga il mare delle tue emozioni
Vivi! …non rimandare niente…non aspettare nessuno
La tua mano è capace di disegnare i tuoi sogni, di scrivere il tuo destino –  Colette Haddad

Se hai gradito questo articolo, condividilo cliccando sui pulsanti che trovi sotto e iscriviti ora alla newsletter o al FEED RSS,  se vuoi ricevere i nuovi articoli. Sarà un vero piacere annoverarti tra i miei lettori. Grazie di cuore!!

Inserisci la tua email:

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Accettazione: quando siamo di fronte a una situazione spiacevole o che ci provoca disagio o dolore, solitamente tentiamo di allontanarla, evitare quello stato d’animo che provoca situazioni di disagio. Sappi che ogni tentativo di evitarla non farà altro che aumentare il problema: solo accettandola potrai liberartene in quanto contrastare il disagio provoca solo maggiore disagio. Questo vale anche per l’accettazione di se stessi, sia per un difetto fisico o per un limite personale che può essere relativo anche al lavoro. […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *