Tratto dal libro “Dimagrire col sorriso” – P. L. Pellegrino

Quante volte avrai provato a dimagrire passando intere giornate in palestra e privandoti di ogni tipo di cibo? Quante volte hai provato una dieta diversa ottenendo magari qualche misero risultato con uno sforzo incredibile? Quante ore del tuo tempo hai buttato tra le mura di una palestra?

Tutte queste soluzioni non funzionano affatto; il tuo tempo è  prezioso e non va sprecato in soluzioni che non ti faranno avere i tuoi risultati sperati, ma soprattutto ti faranno perdere la felicità e la gioia di affrontare le giornate con il sorriso sulle labbra.

Si può dimagrire senza sforzo, fatica, rinunce, sacrifici. Come? Camminare fa dimagrire, camminare infatti è l’attività più efficace per dimagrire; non ha limitazioni, controindicazioni ed è consigliata praticamente a tutti!

Camminare fa dimagrire e migliora la salute: da quando l’uomo esiste sulla terra sa per certo che la sua salute dipende principalmente dall’attività fisica.

Camminare fa dimagrire e fa bene alla salute

Camminare migliora la circolazione. Il cammino è un rimedio sicuro contro ogni problema di salute, scongiura le malattie cardiache, porta la frequenza dei battiti a livelli normali, abbassa la pressione sanguigna e rafforza il cuore. Studi effettuati presso l’Università del Colorado e l’Università del Tennessee hanno scoperto che le donne in menopausa che camminavano solo due chilometri al giorno hanno abbassato la pressione del sangue di quasi 11 punti in 24 settimane. Le donne che hanno camminato 30 minuti al giorno hanno ridotto il rischio di ictus del 20% e del 40% quando sono riuscite ad intensificare il ritmo.

Camminare aiuta a rafforzare le ossa. Dedicarsi ad un’ora di cammino aiuta ogni parte del corpo, i vantaggi vanno dall’eliminazione del grasso in eccesso al rafforzamento delle ossa! In uno studio fatto presso l’ospedale di Boston, è stato appurato che le donne in menopausa che dedicano al cammino almeno 30 minuti della propria giornata hanno ridotto il loro rischio di fratture dell’anca del 40 %.

Camminare allunga la vita. È stato dimostrato che camminare aiuta anche ad allungare la vita! Soprattutto chi ha superato i cinquant’anni dovrebbe intensificare le ore di cammino; è stato scientificamente provato che dedicare almeno un’ora di cammino al giorno per le persone che hanno superato i cinquant’anni riduce del 40% il rischio di morte nei successivi 8 anni!

Camminare rende felici e migliora l’umore. Chi riesce a svolgere con costanza quest’attività, ha grossi vantaggi anche sull’umore e sulla depressione. La California State University di Long Beach è arrivata alla conclusione che camminare faccia bene al nostro sistema nervoso! Come mai? Perché rilascia endorfine naturali nel nostro corpo. Uno dei principali motivi per fare del cammino la tua attività fisica principale!

Camminare fa perdere peso. Una passeggiata veloce di 30 minuti brucia 200 calorie. Se avrai costanza, il tuo esercizio fisico ti porterà a bruciare molto e a perdere peso.

Camminare rinforza i muscoli. Tonifica le gambe, muscoli, addominali e anche i muscoli delle braccia se si cammina muovendole. Tutto questo movimento sposta la pressione e il peso delle articolazioni ai muscoli che hanno lo scopo di sostenere la massa contribuendo a diminuire il dolore articolare.

Camminare favorisce il riposo notturno. È scientificamente provato  che le donne, di età compresa tra 50 e 75 anni, che hanno l’abitudine di passeggiare di mattina, hanno più facilità ad addormentarsi e a vincere l’insonnia rispetto a chi non pratica questa bellissima attività.

Camminare aiuta le articolazioni. La maggior della cartilagine articolare non ha un apporto di sangue diretto. Con il tempo le articolazioni perdono il loro “lubrificante” naturale e iniziano a dare dolori e scricchiolii. Camminare fornisce un apporto di ossigeno e sostanze nutritive nelle nostre articolazioni. Se non si cammina, le articolazioni sono private del fluido “lubrificante”, che può accelerarne il deterioramento.

Camminare migliora il respiro. Una bella passeggiata aumenta la frequenza con cui respiriamo. Il numero crescente dei tuoi respiri, fa viaggiare l’ossigeno più velocemente attraverso il sangue, aiutando il corpo a eliminare i prodotti di scarto e migliorare il livello di energia e la capacità di guarigione.

Camminare rallenta l’invecchiamento cerebrale. Uno studio effettuato su 6000 donne di 65 anni d’età, eseguito da ricercatori dell’Università della California, ha scoperto che il deterioramento delle capacità mnemoniche è inferiore nelle donne che hanno passato più tempo a camminare. Le donne che camminavano 3 km al giorno hanno avuto un calo di memoria del 17%, contro un calo del 25% delle donne che camminavano meno di un chilometro a settimana.

Dimagrire col sorriso: camminare fa dimagrire

Camminare riduce il rischio di contrarre l’Alzheimer. Uno studio condotto presso la University of Virginia ha confermato che gli uomini di età compresa tra i 71 e 93 anni che hanno camminato quasi un chilometro al giorno hanno avuto la metà dell’incidenza della demenza e della malattia di Alzheimer a confronto di coloro che camminavano meno.

Camminare sudando aiuta ad eliminare le tossine. Un ulteriore beneficio è la possibilità del sudore di farti eliminare tossine e aiutarti a perdere peso. Il sudore è uno strumento che viene utilizzato per regolare la temperatura corporea, ma soprattutto, se sei sovrappeso, camminare a passo svelto in modo da riuscire leggermente a sudare, ti aiuterà a perdere i tuoi odiati chili di troppo.

Camminare fa dimagrire; ovviamente se pensi di dimagrire camminando per negozi sei totalmente fuori strada! Per conseguire un risultato ottimale, dovrai dedicarti al 100% a questa attività benefica. Costanza determinazione ed un ottimo programma di allenamento ti aiuteranno a raggiungere il tanto atteso risultato!

L’andatura ottimale per bruciare grassi è quella da passeggio. Certo, camminare un po’ più veloce non ti farà male. Quando parlo di bruciare grassi non vorrei facessi confusione. Per dimagrire, infatti, non bisogna consumare più calorie di quelle che normalmente immettiamo, bensì le calorie che dovrai consumare sono quelle che si annidano nelle tue riserve di grasso.

Se vuoi dimagrire più velocemente, devi alternare una camminata veloce ad una un po’ più lenta. Camminare lentamente fa perdere peso, ma camminare veloce aiuta a bruciare più calorie. Un passo svelto, infatti, ti farà consumare più velocemente zuccheri e grassi andando ad aumentare le calorie consumate attivando una serie di ormoni che ti aiutano a bruciare i grassi!

Se è vero che camminare lentamente aiuta a perdere peso, non ti aiuterà a bruciare velocemente calorie; proprio per questo motivo la scelta ottima è di alternare una camminata lenta ad una veloce.

Cosa fare per approcciarsi a questa attività con successo di risultato? Come incrementare i minuti di camminata senza alcuno sforzo? Quale strategie adottare per trasformare il camminare in un’abitudine gioiosa?  Scoprilo leggendo questo interessante libro che ti spiega anche come dimagrire

  • mangiando sano
  • apprendendo nuovi modi di nutrirsi (veganismo e crudismo) 
  • mangiando con moderazione
  • evitando il cibo spazzatura

 Clicca sui due link che trovi sotto per leggere l’estratto di altri libri di Pellegrino e Tamanini

Pellegrino libri

Tamanini libri

Se hai gradito questo articolo, aiutami  a condividerlo cliccando sui pulsanti che trovi sotto e iscriviti ora alla newsletter o al FEED RSS,  se vuoi ricevere i nuovi articoli. Sarà un vero piacere annoverarti tra i miei lettori. Grazie di cuore!!

 

Inserisci la tua email:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.