La vita ci restituisce esattamente quanto diamo

Qualunque cosa l’uomo semini questa pure mieterà, dice San Paolo. È questa la legge del Karma (Karma significa azione), la legge di causa-effetto altrimenti chiamata legge di compensazione: ogni nostra azione genera sempre, a breve o a lungo termine, un risultato corrispondente, le azioni sono le cause, ciò che ci accade è l’effetto.

Si tratta di una legge universale, una legge di giustizia che dà a ciascuno secondo le proprie azioni,  per cui ciò che sperimentiamo nella nostra esistenza non è dovuto al caso, al destino, alle azioni altrui,  ma unicamente al nostro operato.

Noi non siamo vittime, ma responsabili della realtà che abbiamo creato con le nostre azioni.

Ma allora, dirà qualcuno, come si spiega il fatto che gli autori di molte malefatte sembrano prosperare, anziché pagare il conto delle proprie azioni?

Semplicemente perché entra in gioco una tattica ingannatrice dell’Avversario che strategicamente interviene a creare una dilazione di tempo nel processo di causa effetto, per cui opero il male e tutto va stranamente bene nella mia vita, ma va bene  perché l’Avversario vuole farmi credere che il male non ripaga e che anzi ne ottengo un vantaggio, un successo di circostanze di vita.

Ma è semplicemente un bluff, perché anche dopo decenni, pagheremo le conseguenze delle nostre azioni.

Teniamo sempre presente che la luce emana da due fonti diverse: il Creatore e l’Avversario, l’una è vera luce, l’altra è fittizia.

San Paolo nella lettera ai Corinti ( 2 Corinti 4:4) ci ricorda che l’Avversario “acceca le mente degli increduli” e “continua a trasformarsi in angelo di luce” (2 Corinti 11:14), ricorre cioè a mezzi subdoli e astuti per sviare e ingannare.

Il successo di cui gode, sia pure temporaneamente, chi pratica il male  è opera sua. Ricordate il mito di Faust che vende l’anima al diavolo per ottenere dei vantaggi? È un mito legato alla tradizione tedesca che forse trae ispirazione da un personaggio realmente esistito nel XVI secolo, un certo Johannes Faustus, un negromante, astrologo, mago, chiromante, veggente il quale avrebbe dichiarato di aver firmato un patto col diavolo per ampliare i suoi poteri.

Certo il mito resta mito,  ma il principio che racchiude  è all’opera nella realtà di tutti i giorni. Quando ci comportiamo male e tutto sembra ci arrida, non è una benedizione, non è successo, non è vera luce, è piuttosto una  tecnica strategica dell’Avversario che blocca e differisce le giuste conseguente del nostro operato solo per incoraggiare e promuovere un comportamento reattivo e farci credere che si può agire impunemente.

Il mito di Faust ci insegna dunque che l’Avversario ama premiare chi opera il male, ma il premio concesso è effimero, perché verrà il momento in cui la legge di causa effetto ribalterà completamente la situazione, mettendo in atto quella giustizia che fa parte del codice di legge universale cui nessuno può sfuggire.

Quindi attenzione a ciò che diciamo e a ciò che facciamo, perché ogni nostra singola parola e azione ha un effetto boomerang, ci torna indietro, viene puntualmente restituita al mittente.

L’altro è “me stesso”, se uso gentilezza, cordialità, disponibilità, spirito di servizio, generosità, tutto questo mi sarà restituito o dalla stessa persona cui ho fatto del bene o da altre che nemmeno conosco, perché il Cielo stesso farà in modo che il bene compiuto venga ripagato.

rrrrrrrrrr

La vita insomma ci ripaga con la stessa moneta, come confermano ampiamente queste citazioni tratte da una fonte autorevole, le Sacre Scritture:

“Tutte le cose che volete che gli uomini vi facciano, anche voi dovete similmente farle loro” – Matteo 7:12

“C’è chi spande liberalmente e diventa più ricco  e c’è chi risparmia più del dovere e non fa che impoverire” – Proverbi 11:24

“L’anima generosa sarà essa stessa resa grassa e chi innaffia liberalmente altri sarà anche lui liberalmente innaffiato”- Proverbi 11:25

“Chi cerca il bene continuerà a cercare buona volontà, ma in quanto a chi cerca il male, esso verrà su di lui. Chi confida nelle sue ricchezze, egli stesso cadrà; ma proprio come il fogliame i giusti fioriranno” Proverbi 11:27, 28.

“Ecco il giusto sulla terra sarà ricompensato. Quanto più dovrebbero esserlo il malvagio e il peccatore”- Proverbi 11:31

”Qualunque cosa l’uomo semini, questa pure mieterà” – Galati 6:7

“Il malvagio ottiene salari falsi, ma chi semina giustizia guadagni veri” – Proverbi 11:18

“Praticate il dare e vi sarà dato. Vi sarà versata in grembo una misura eccellente, pigiata, scossa e traboccante. Poiché con la misura con la quale misurate, sarà rimisurato a voi” – Luca 6:38

“C’è più felicità nel dare che nel ricevere” – Atti 20:35

“Non smettiamo dunque di fare ciò che è eccellente, poiché a suo tempo mieteremo se non ci stanchiamo… Realmente, dunque, finché ne abbiamo il tempo favorevole, operiamo ciò che è bene verso tutti, ma specialmente verso quelli che hanno relazione con noi nella fede” – Galati 6: 9, 10.

“Guardate che nessuno renda male per male a nessun altro, ma perseguite sempre ciò che è buono gli uni verso gli altri e verso tutti” – I Tessalonicesi 5: 15

“Guardate con interesse personale non solo alle cose vostre, ma anche con interesse personale a quelle degli altri” – Filippesi 2:4

“Chi è di occhio benigno sarà benedetto, poiché ha dato il suo cibo al misero”-Proverbi 22:9

“Felice è chiunque mostra considerazione al misero; nel giorno della calamità Dio gli provvederà scampo”-Salmo 41:1

“Al contrario, continuate ad amare i vostri nemici e a fare il bene e a prestare senza interesse, senza sperare nulla in cambio; e la vostra ricompensa sarà grande, e sarete figli dell’Altissimo, perché egli è benigno verso gli ingrati ed i malvagi”-Luca 6:35

“Chi dà ad uno di pochi mezzi non sarà nel bisogno, ma chi nasconde gli occhi avrà molte maledizioni”-Proverbi 28:27

“Chi disprezza il suo prossimo pecca, ma felice è chi mostra favore agli afflitti”- Proverbi 14:21

“Ma in quanto a questo, chi semina scarsamente mieterà pure scarsamente ; e chi semina generosamente mieterà pure generosamente”- 2 Corinti 9:6

“Inoltre, non dimenticate di fare il bene e di condividere con altri, poiché Dio si compiace di tali sacrifici”Ebrei 13:6

“ In quanto a chiunque chiude l’orecchio al grido di lamento del misero, egli stesso pure chiamerà e non gli sarà risposto”-Proverbi 21:13

“Felici i misericordiosi perché sarà loro mostrata misericordia” -Matteo 5:7

“Poiché chi non pratica la misericordia avrà il suo giudizio senza misericordia. La misericordia esulta trionfalmente sul giudizio”-Giacomo 2:13

Potrebbero interessarti anche altri articoli appartenenti alla stessa categoria “Relazioni”:

Se hai gradito questo articolo e desideri condividerlo, clicca sui pulsanti che trovi sotto e non dimenticarti di iscriverti alla newsletter se desideri ricevere i nuovi articoli. Sarà un piacere annoverarti tra i miei lettori. Grazie!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.