,

Cosa conta di più la bellezza dell’anima o la bellezza del corpo?

la bellezza dell'anima o la bellezza del corpo

 

La bellezza dell’anima o la bellezza del corpo?

C’è una bellezza del corpo e c’è una bellezza dell’Anima.
La bellezza del corpo è ordinaria e transitoria: oggi c’è, domani forse no.
E la bellezza del corpo è più negli occhi di chi guarda che nell’oggetto in sé:
la stessa persona può apparire bella a qualcuno e brutta a qualcun altro.
Ma la bellezza dell’Anima è qualcosa d’interiore, non è negli occhi dell’osservatore,
perché non può essere vista, può solo essere sentita.
Non è una bellezza che può essere distrutta, nemmeno la morte può toccarla, è eterna.

Osho Rajneesh

Quello che io ti auguro di tutto cuore è….

Quello che io ti auguro di tutto cuore è,
che tu possa riconoscere la bellezza, la grandezza e la forza della tua natura interiore.
Ti auguro che tu possa mettere in accordo il tuo sentire, pensare ed agire con la tua bontà fondamentale.
Ti auguro che tu possa avere una totale fiducia nella tua bontà fondamentale.
Ti auguro molto amore e che tu possa imparare ad inebriarti del tuo stesso essere.
Ti auguro che tu possa essere felice senza alcuna ragione.

– Addhikara

la bellezza dell'anima o la bellezza del corpo?

Rapporto tra la bellezza dell’anima e la bellezza del corpo – Osho

“La bellezza esteriore nasce da una sorgente diversa di quella interiore. La bellezza esteriore proviene da tuo padre e tua madre: i loro corpi hanno creato il tuo. Ma la bellezza interiore nasce dalla crescita della tua consapevolezza che hai portato con te…

Tuttavia a volte accade che la bellezza interiore è così grande, la tua luce interiore è così forte che inizia a irradiare anche dal corpo esterno. Il tuo corpo all’esterno può anche non essere bello, ma la luce che proviene dalla sorgente, dalla sorgente interiore di vita eterna, farà sì che persino un corpo che non è bello nel senso comune, appaia splendido, radioso.

Ma il viceversa non è mai vero. La bellezza esteriore è solo a livello di pelle. Non può influenzare la bellezza interiore. Al contrario la bellezza esteriore diventa un ostacolo nella ricerca dell’interiorità: diventi troppo identificato con l’immagine esterna.

Chi vorrà cercare le risorse interiori? Accade molto spesso che persone che sono all’esterno bellissime, sono all’interno molto brutte. La bellezza esteriore diventa una copertura dietro alla quale nascondersi, e questo fatto viene sperimentato da milioni di persone ogni giorno.

T’innamori di una donna o di un uomo, perché vedi solo l’esterno. E, dopo qualche giorno, inizi a scoprire il loro stato interiore che non corrisponde alla bellezza esteriore.

 Se l’interiorità diventa bella – ed è nelle tue mani – l’esterno dovrà prendere forma seguendo l’interiorità. L’esterno non è essenziale, dovrà riflettere in qualche modo l’interno. Ma l’opposto non è affatto vero.

Puoi sottoporti a chirurgia plastica, puoi avere un bel volto, occhi belli, un bel naso; puoi cambiare la pelle, puoi cambiare la forma. Ma ciò non cambierà il tuo essere. All’interno rimarrai avido, pieno di lussuria, di violenza, di rabbia, d’invidia, con una tremenda volontà di potere. Per tutte queste cose il chirurgo plastico non può fare nulla.

Per questo, avrai bisogno di un tipo diverso di chirurgia. Qui sta accadendo: qui sei sul tavolo operatorio. Quando diventi sempre più meditativo, pacifico, accade una profonda sintonia con l’esistenza. Cadi nel ritmo dell’universo. L’universo ha il suo battito cardiaco.

Il tuo battito, quando entra in armonia con il pulsare dell’universo, trasforma il tuo essere dallo stadio orrendo dell’animale a un’umanità autentica.

Ma persino l’umano non è la fine. Puoi continuare a cercare più in profondità e c’è un luogo in cui trascendi l’umanità e dove qualcosa di divino entra dentro di te. Una volta che il divino è presente, è come una luce in una casa buia.

Le finestre inizieranno a mostrare la luce; persino le fessure nei muri o nel tetto o nelle porte mostreranno la luce interiore. L’interiorità ha un’enorme potenza, l’esterno è debolissimo. L’interiorità è eterna, l’esterno è del tutto temporaneo.

Per quanti anni sei giovane? E quando la bellezza incomincia a sfiorire, inizi a sentire che stai diventando brutto, a meno che il tuo essere interiore non cresce insieme all’età. Allora persino in vecchiaia avrai una bellezza di cui i giovani potranno sentirsi invidiosi”.

Potrebbero interessarti anche altri articoli appartenenti alla stessa categoria “Poesie e racconti di saggezza”  – (Clicca sull’url)

Se hai gradito questo articolo, condividilo cliccando sui pulsanti che trovi sotto e iscriviti ora alla newsletter o al FEED RSS,  se vuoi ricevere i nuovi articoli. Sarà un vero piacere annoverarti tra i miei lettori. Grazie di cuore!!

Inserisci la tua email:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *