,

Sai cos’è il Mindfulness?

Si può sintetizzare il termine “Mindfulness” con consapevolezza,  presa di coscienza del proprio essere riguardo a tutto ciò che è esterno a noi e che comunque è parte di noi, questo vuol dire avere il controllo dei propri pensieri e delle proprie azioni, evitando che ogni negatività abbia il sopravvento.

Benefici dell’acquisire consapevolezza (Mindfulness):

  • La consapevolezza ti insegna a prenderti cura del tuo corpo e ascoltarlo.
  • Ti permette di risvegliare e attivare risorse interne indispensabili per la guarigione.
  • Aumenta la tua accettazione nei confronti di ciò che sei e delle difficoltà fisiche e psicologiche che ti contraddistinguono, poiché la sofferenza è spesso originata dalla non accettazione di ciò che è.
  • Ti distanzia o disidentifica dai pensieri in modo da riconoscerli come transitori e indipendenti dal tuo sé.
  • Ti insegna a sostituire le emozioni negative con quelle positive
  • Blocca l’insorgere dello stress perché ti aiuta a gestire e accettare le situazioni difficili della vita e a padroneggiare le tue emozioni rispetto ad esse.

Con il Mindfulness si può prevenire con estrema efficacia l’insorgere di pensieri negativi, che spesso sono fonte di un malessere lesivo della stabilità mentale e fisica. Il Mindfulness è quindi un decisivo alleato per vivere il nostro Io consapevolmente e all’insegna del benessere.

Mindfulness

I principi del Mindfulness applicati alla vita quotidiana

  • Non giudicare: è una delle attività mentali che facciamo spesso e in ogni ambito; etichettiamo le cose in negative o positive, buone o cattive, belle o brutte, piacevoli e sgradevoli. Il giudizio altera la percezione della realtà, mentre le cose non hanno né l’una né l’altra condizione, le cose sono tali e basta.
  • Accettazione: quando siamo di fronte a una situazione spiacevole o che ci provoca disagio o dolore, solitamente tentiamo di allontanarla, evitare quello stato d’animo che provoca situazioni di disagio. Sappi che ogni tentativo di evitarla non farà altro che aumentare il problema: solo accettandola potrai liberartene in quanto contrastare il disagio provoca solo maggiore disagio. Questo vale anche per l’accettazione di se stessi, sia per un difetto fisico o per un limite personale che può essere relativo anche al lavoro.
  • Lasciarsi andare: non dobbiamo farci influenzare dalle cose negative del passato, dalle situazioni spiacevoli che in qualche modo continuano a influenzare l’oggi. Occorre superare e abbandonare tutte le esperienze del passato che ci hanno segnato, come ad esempio, un torto subito che di solito porta ad avere rancore. Occorre pensare al giorno che viviamo e al giorno che verrà, senza subire l’influenza negativa delle vicende passate.
  • Fiducia in noi stessi: essere consapevoli delle proprie capacità anche se hanno dei limiti è uno dei principi fondamentali della pacificazione mentale.
  • Avere pazienza: occorre seguire gli eventi delle nostre azioni e accettarne il risultato finale positivo o negativo che sia.
  • Esplorare: una mentalità curiosa è quella che vive ogni cosa o situazione con curiosità, vive ogni cambiamento o momento speciale con molta intensità. Una persona consapevole è una persona curiosa e predisposta ad accettare con maggiore serenità tutte le situazioni, piacevoli o spiacevoli che siano. Una mente non giudicante, permette di accettare nuove esperienze che fino a poco tempo prima ti precludevi per via di etichette e stereotipi.
  • Essere ancorati al presente, al momento che passa proprio quando lo stiamo vivendo, senza che questo ci coinvolga con emozioni e cattivi pensieri. Ricorda che i pensieri sono tali e non possono influenzare minimamente il momento che viviamo. Le esperienze negative ci toccano di continuo e innescano meccanismi degradanti all’interno della nostra mente perché non riusciamo a reagire e spesso giudichiamo noi stessi, incolpandoci ingiustamente. Praticare il Mindfulness insegna l’opposto: mantenendo il più possibile l’attenzione sul presente, possiamo controllare i pensieri e smettere di giudicare gli innumerevoli imprevisti che, in una società frenetica come la nostra, sono all’ordine del giorno.

Cos'è il mindfulness?

Benefici del mindfulness

  • Riduce sensibilmente il dolore fisico
  • Favorisce un aumento delle endorfine e agisce nel controllo emotivo associato al dolore o alla sensazione di malessere.
  • Dissocia la sensazione di dolore fisico dalle emozioni negative che questo scatena: nervosismo, ansia e paura.
  • Migliora il funzionamento cardiocircolatorio, riducendo di molto la pressione delle arterie
  • Contrasta efficacemente le dipendenze: droga, alcool e fumo si possono debellare con molta più facilità
  • Favorisce una maggiore concentrazione mentale: una mente libera è anche più reattiva e lucida

La nostra mente è la sola che può farci star bene o male: un atteggiamento mentale positivo non è solo fine a se stesso, ma apporta collateralmente grandi benefici al corpo, rafforzando di conseguenza la nostra capacità psicofisica.

Tratto dal libro “Mindfulness” di P. Pellegrino

Vuoi sapere di più sul Mindfulness?

Se hai gradito questo articolo, condividilo cliccando sui pulsanti che trovi sotto e iscriviti ora alla newsletter o al FEED RSS,  se vuoi ricevere i nuovi articoli. Sarà un vero piacere annoverarti tra i miei lettori. Grazie di cuore!!

Inserisci la tua email:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *