Articoli

elefante incatenato
,

Sei anche tu un elefante incatenato?

 

L’elefante incatenato

 

Quando ero piccolo adoravo il circo, ero attirato in particolar modo dall’elefante che, come scoprii più tardi, era l’animale preferito di tanti altri bambini.

Durante lo spettacolo faceva sfoggio di un peso, una dimensione e una forza davvero fuori dal comune… ma dopo il suo numero, e fino a un momento prima di entrare in scena, l’elefante era sempre legato a un paletto conficcato nel suolo con una catena che gli imprigionava una delle zampe.

Eppure il paletto era un minuscolo pezzo di legno piantato nel terreno soltanto per pochi centimetri e anche se la catena era grossa, mi pareva ovvio che un animale del genere potesse liberarsi facilmente da quel paletto e fuggire.

Continua a leggere

dipendenza emotiva
,

Dipendenza emotiva: sai cos’è?


Dalla dipendenza emotiva all’indipendenza

 

Che differenza passa tra dipendenza emotiva e indipendenza? Devi sapere che il cammino verso la maturità si articola in tre fasi: la prima è quella della “dipendenza”, obbligatoria per tutti, poiché inevitabilmente vissuta nei primi anni di vita durante i quali, ogni bambino è totalmente dipendente dagli adulti sia per i suoi bisogni di sussistenza che per quelli emotivi.

Crescendo, il bambino inizia ad acquisire una sua indipendenza: impara a mangiare e a lavarsi da solo, fino a che, anno dopo anno, si affranca completamente dalla famiglia, allontanandosi da casa e mantenendosi da solo. Fino a questo livello di indipendenza arrivano più o meno tutti, chi prima e chi dopo.

Non tutti però riescono a raggiungere l’indipendenza emozionale: moltissimi adulti, anche se fisicamente prestanti o con ruoli di responsabilità in famiglia o nella società, rimangono totalmente dipendenti dagli altri per quanto riguarda l’approvazione, il giudizio, il sentirsi dire «bravo», la soddisfazione dei propri bisogni e valori. Continua a leggere

,

21 modi per rendere straordinaria la tua vita

 

Modi per rendere straordinaria la tua vita

 

Sei opera dell’universo. Sei unico. Sei importante per quello che sei e non per quello che hai. Non procrastinare, segui questi 21 step per rendere straordinaria la tua vita:

Valorizza tutte le tue qualità, che sono tante.

Elimina gli aspetti negativi del tuo carattere, perché il bene e il male vivono dentro di noi. Ognuno è capace di compiere atti di amore e di malvagità: sta ad ognuno scegliere il cammino da seguire e decidere per cosa vorrà essere ricordato.

Abbracciati e ringrazia l’universo per tutto quello che hai e non lamentarti per quello che non hai. Sappi che l’universo agisce in tuo favore, se così lo credi. Continua a leggere

,

Sii il meglio di qualunque cosa tu possa essere

Dai il meglio di te stesso

Sii il meglio di qualunque cosa tu possa essere! Rendi straordinaria la tua vita! Investi su di te, sfrutta le risorse di cui disponi per migliorarti.

“Dovete continuare a crescere e a progredire. Ogni giorno dovete introdurre qualcosa di nuovo nella vostra vita. La vostra responsabilità principale è nei confronti di voi stessi.
Se non la pensate così, non potete dare niente a nessuno. Potete dare soltanto ciò che avete. Se diventate vivi, se attraversate il mondo a passo di danza, facendo cose pazze, diventate affascinanti.
È l’affinità che ci avvicina, ma è la novità che ci tiene insieme. Siate saggi, siate stimolanti, siate eccitanti, condividete idee nuove, crescete, progredite, evolvetevi. Non siate mai prevedibili!” – Leo Buscaglia

Mio alleato è la forza, ed un potente alleato essa è! La vita crea ed accresce, la sua energia ci circonda e ci lega, illuminati noi siamo! Non questa materia grezza! Tu devi sentire la forza intorno a te, qui, tra te, me, l’albero, la pietra, dovunque! Si, anche tra la terra e la nave…
(Dal film Stars wars)

“Si vive una volta sola. Ma se lo fai bene, una volta è abbastanza” – Joe E.Williams

“È importante aggiungere più vita agli anni, non più anni alla vita” – Mons. Mariano Magrassi

Il merito della vita non sta nella quantità dei giorni, ma nell’uso che ne facciamo” – Michel Montaigne Continua a leggere