Articoli

il potere del pensiero e della visualizzazione
,

Il potere del pensiero: cosa ci insegna?


“Il potere del pensiero”

 

Un uomo camminava per un sentiero di campagna, quando sul margine di esso, tra l’erba, scorse qualcosa, forse un sasso, dalla forma strana: “È un serpente”, pensò. Il serpente si srotolò e lo morse a morte. Un altro pellegrino camminava per quel sentiero e anche lui scorse il sasso dalla forma strana: “È  un uccello”, pensò. In un frullo d’ali, l’uccello volò via.

Un automobilista restò con una gomma a terra su una strada buia e solitaria. Scese dall’auto, ma si accorse di non avere in macchina il cric. Stava per lasciarsi prendere dalla disperazione, quando vide un lumicino in lontananza: era una casa colonica.

Continua a leggere

generalizzazioni
,

Gli errori della comunicazione: le generalizzazioni


L’arte di fare domande per capire cosa si nasconde dietro le generalizzazioni

 

Buona parte di ciò che diciamo è fatto null’altro che di generalizzazioni e presupposti insensati, quella sorta di pigro linguaggio che rende impossibile la vera comunicazione. Se le persone dicessero con precisione quali esattamente sono le loro preoccupazioni e se voi poteste scoprire che cosa vogliono per farle cessare, potreste affrontare il problema; ma se fanno ricorso a locuzioni e generalizzazioni vaghe, vi trovate a essere sperduti nella loro stessa nebbia mentale.

Il segreto di una efficace comunicazione sta nell’andare al di là di quella nebbia. Ci sono infiniti modi di sabotare l’effettiva comunicazione servendosi di un linguaggio pigro, tutto generalizzazioni. Se volete comunicare in maniera efficace, dovete essere pronti a cogliere la chiacchiera insensata quando si manifesta e sapere come porre le domande che danno modo di giungere alle questioni specifiche.

Continua a leggere

il potere del pensiero e della visualizzazione
,

Il potere della visualizzazione: sai cos’è?

il potere della visualizzazione

Fai tuo il potere della visualizzazione

“La nostra mente non distingue un’esperienza vividamente immaginata da un’esperienza realmente vissuta” –  Maxwell Maltz

Siamo i timonieri della nostra nave. Un medico americano, Maxwell Maltz, sviluppò una nuova tecnica psicologica che battezzò psicocibernetica, ovvero l’arte e le tecniche per manovrare la nostra mente, visto che la cibemetica è un scienza meccanica che studia il movimento delle macchine (in greco kybernétes significa «timoniere»).

Maltz, che era un chirurgo plastico, osservò come, dopo un’operazione con cui veniva modificato il loro aspetto fisico, molte persone subissero anche sensibili cambiamenti caratteriali, quasi il ritocco estetico le avesse aiutate a diventare più sicure e più forti. Ma notò anche che altre, per quanto sottoposte a interventi che ne miglioravano notevolmente l’immagine, continuavano a sentirsi brutte o sfigurate e a comportarsi di conseguenza, come se negassero quei cambiamenti fisici che chiunque poteva vedere.

Continua a leggere

mente calma cuore aperto
,

Mente calma, cuore aperto

 

Mente calma: cosa significa?

 

Ti piacerebbe godere del momento presente? Liberarti dalle preoccupazioni per il futuro e dai ricordi spiacevoli del passato? Sarebbe bello, vero? Ma cosa occorre? Semplice: mente calma e cuore aperto!

Mente calma significa imparare a controllare i pensieri, non quei pensieri che scaturiscono da un atto di volontà, ma quelli involontari e compulsivi che non ci appartengono, ma ci “accadono”: pensieri legati alle preoccupazioni per il futuro,  pensieri che attingono dal nostro “corpo di dolore” mali di ogni genere (torti subiti, traumi, soprusi,  ricordi spiacevoli, paure, fallimenti, insuccessi, sensi di colpa… ).

Si tratta di pensieri che generano continui monologhi interiori, pensieri deprimenti, autolimitanti che assorbono parecchia energia e catturano la nostra attenzione generando emozioni negative molto nocive. Cosa fare? Continua a leggere